Sai fare colpo in 30 secondi?

21/06/2019 15:40

Recenti studi americani hanno dimostrato che il tempo che viene dedicato alla lettura di un CV varia da un minimo di 6 a un massimo di 30 secondi (sopratutto nella fase di screening CV).
Un selezionatore esperto sa esattamente dove concentrare la sua attenzione. L’occhio allenato aiuta a registrare rapidamente le informazioni rilevanti.

Diventa pertanto fondamentale riuscire a massimizzare quei pochi secondi per catturare l’attenzione del selezionatore.

Prima di iniziare a scrivere il proprio CV, cosa occorre sapere?

Tre sono gli elementi che fanno colpo su chi leggerà il vostro CV:

1 –  la giusta combinazione di esperienza, percorso scolastico e risultati raggiunti;

2 – la capacità di trasmettere queste informazioni in maniera veloce e precisa;

3 – un formato chiaro, semplice e di facile lettura.

E’ importante in primis reperire informazioni sulla posizione per la quale ci stiamo candidando. Conoscere il contesto in cui si inserisce la nostra candidatura è fondamentale per dimostrare che siamo realmente motivati ad entrare a far parte di un determinato team. Una volta compreso bene tale contesto, bisogna chiedersi quali nostre caratteristiche, esperienze e capacità potrebbero essere un vantaggio competitivo per quella determinata posizione e quindi valorizzarle all’interno del nostro CV, magari mettendo in grassetto le parole chiave.

Inoltre, una buona idea è quella di inserire una breve auto presentazione discorsiva all’inizio del CV, una specie di riassunto che faccia trasparire oltre alla posizione attualmente ricoperta alcune caratteristiche chiave della nostra personalità e le principali competenze possedute.

Nell’esposizione scritta delle esperienze lavorative e del percorso di studi, è bene partire dall’esperienza più recente e andare a ritroso fino alla più remota. Per ogni posizione ricoperta indichiamo il titolo, il periodo di svolgimento (data di inizio e di fine) e una breve descrizione delle attività svolte.

Quanto deve essere lungo un curriculum? La lunghezza del curriculum dipende dall’esperienza professionale maturata. Se abbiamo qualche anno di esperienza lavorativa, un curriculum vitae di due pagine è più che sufficiente per illustrare in modo chiaro e sintetico il proprio percorso professionale. Se al contrario, ci siamo diplomati/laureati da poco, possiamo riassumere le esperienze formative in una pagina.