l’Outplacement crea percorsi alternativi

Outpiù è la Divisione Specializzata di Lavoropiù SpA che gestisce la ricollocazione professionale agevolando la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro.

L’outplacement, noto anche come supporto alla ricollocazione, è il servizio che garantisce all’Azienda la flessibilità in uscita.

Si fonda su specifiche competenze di consulenza di carriera e psicologia del lavoro.
Outpiù rivolge il suo servizio alle Aziende, per facilitare la buona gestione dei processi di sviluppo e di turnover dei dipendenti e per gestire processi di ristrutturazione aziendale, e ai lavoratori per guidarli nell’evoluzione professionale dentro e fuori l’Azienda.

Il supporto offerto da Outpiù

Il servizio di Outplacement si articola in 3 fasi, da 6 a 12 mesi a seconda dei profili professionali coinvolti:

  • progetto professionale
  • realizzazione
  • conseguimento dell’obiettivo

Outplacement individuale

L’Outplacement individuale è rivolto all’Azienda che intende non avvalersi più di un dipendente, di solito dirigente, quadro o impiegato di concetto. Offre un percorso idoneo a fornire alla persona gli strumenti per ricollocarsi.
I soggetti coinvolti sono:

  • l’Impresa datrice di lavoro che richiede il servizio
  • Outpiù che, su richiesta dell’impresa, si impegna a seguire e ad aiutare il dipendente che le viene affidato per favorirne il reinserimento autonomo nel mercato del lavoro
  • il dipendente che si impegna a seguire il programma di Outplacement

L’outplacement collettivo

L’Outplacement collettivo è rivolto all’Azienda che intende non avvalersi più di alcuni dipendenti, operai o impiegati. Offre loro la possibilità di ottenere un supporto concreto al reinserimento lavorativo anche attraverso una formazione specifica. Viene inserito in un accordo sindacale.
I soggetti coinvolti sono:

  • l’Impresa datrice di lavoro che richiede il servizio
  • Outpiù
  • i sindacati
  • Lavoratori in uscita (in CIGS, coinvolti nella procedura di mobilità, in solidarietà)