Dati sul territorio

19/06/2015 11:34

L’Emilia Romagna si è presentata in modo eccellente all’appuntamento con Vinitaly.

 

Una vetrina importante, in cui dal 2007 la regione ha investito 260 milioni di euro e nel 2015 saranno impiegati 6,7 milioni per migliorare la promozione all’estero dei propri vini che comprendono, tra l’altro, alcune delle produzioni più apprezzate del nostro paese come il Lambrusco: ad oggi è il vino più venduto nel nostro paese nei canali della grande distribuzione.

 

Diversi poi i dati emersi nel corso di questa edizione di Vinitaly che interessano il vino emiliano-romagolo. Uno fra tutti la grande crescita sui mercati esteri: oltre il 74% dal 2009 al 2013, per un valore che è passato da 222,78 milioni di euro a 387,78 milioni di euro. Con 6 milioni 660mila ettolitri, l’Emilia-Romagna si è poi confermata nel 2014 seconda regione produttrice di vino in Italia, dopo il Veneto (7 milioni 780mila), su un totale nazionale di circa 40 milioni di ettolitri. Il vino emiliano-romagnolo inoltre, ha visto da alcuni anni anche una significativa crescita da un punto di vista qualitativo. A confermarlo i diversi riconoscimenti ricevuti dalle principali Guide enologiche.