Conferenza Stampa “Progetti di Lavoropiù contro la disoccupazione, successi e nuove proposte”

19/01/2018 16:39

Oggi, presso la sede di Confindustria Emilia Area Centro, l’Ing. Tomaso Freddi, Presidente di Lavoropiù e Rudy Parracino, Direttore Generale di Lavoropiù, hanno presentato alla stampa i risultati di “IMT – Industry Meets Talent” e  “La Bellezza dei Grigi” – due progetti organizzati da Lavoropiù nel 2017 e patrocinati da Confindustria rivolti alle aziende associate per supportare la ricerca e selezione di profili tecnici di cui le aziende del nostro territorio sono “affamate”.

“IMT – INDUSTRY MEETS TALENT”

Lavoropiù, attraverso un attento e scrupoloso processo di selezione, ha individuato 150 profili tecnici e li ha invitati a partecipare a una giornata di incontro e presentazione con le aziende del territorio presso lo Stadio Dall’Ara di Bologna il 24 Marzo 2017.

RISULTATI

  • 40 aziende del territorio bolognese
  • 150 profili tecnici junior provenienti da 12 regioni (in particolare dal Centro Sud Italia)
  • 900 colloqui di lavoro
  • ogni candidato ha sostenuto mediamente 6 colloqui
  • ogni azienda ha colloquiato mediamente oltre 20 candidati

113  candidati su 150 hanno trovato un’occupazione

“LA BELLEZZA DEI GRIGI”

Lavoropiù si è posta l’obiettivo di individuare 50 profili di “over 50” privi di occupazione e iscritti nella banca dati delle proprie 10 filiali bolognesi, disponibili a intraprendere percorsi per il rafforzamento della propria spendibilità nel mercato del lavoro.

RISULTATI

  • 50 profili “over 50” privi di occupazione individuati nella banca dati delle filiali Lavoropiù della provincia di Bologna
  • 28 persone prese in carico
  • 28 percorsi individuali di supporto alla ricollocazione

13 persone su 28 prese in carico hanno trovato un’occupazione

 

Durante la Conferenza, Rudy Parracino, ha annunciato una nuova edizione di entrambi i progetti, che muoveranno numeri sicuramente più alti rispetto alle edizioni precedenti.
Gli obiettivi del 2018  sono ambiziosi e prevedono di:

raddoppiare il numero dei profili tecnici da presentare alle aziende rispetto al 2017

facilitare la mobilità territoriale tra “territori affamati di profili tecnici e territori dove la disoccupazione è molto forte” come afferma Rudy Parracino.

divenire un ponte efficace tra il mondo della scuola e quello del lavoro e tramite l’apprendistato duale costruire figure professionali adeguate alle esigenze delle aziende.

RASSEGNA STAMPA

Bolognatoday

Il Resto del Carlino – Bologna

Corriere della Sera – Bologna

SERVIZIO TRC BOLOGNA